Arance: proprietà – Locroi

Arance: proprietà

L’arancia è il frutto dell’arancio (citrus aurantium), un albero appartenente alle Rutacee e antico ibrido tra pomelo e mandarino. Questo albero ormai cresce come specie autonoma da diversi secoli e si propaga attraverso la talea e l’innesto. Le sue origini risalgono all’antica Cina e il frutto sarebbe stato portato in Europa nel XIV secolo dai portoghesi. Tuttavia, secondo quanto leggiamo in antichi testi romani, l’arancia era già conosciuta nel I secolo d.C. nel Sud Italia. Riguardo al nome, in alcuni documenti del XIX secolo l’arancia appare con il nome di “portogallo”, denominazione che rimane in diverse lingue come il greco (πορτοκάλι) l’albanese (portokall) e alcuni dialetti dell’Italia Meridionale (portugalli in calabrese e partuàlli in siciliano). L’arancio arriva fino a 12 metri e presenta foglie allungate e fiori bianchi. Il suo periodo di riposo è di circa 3 mesi e un albero può arrivare a produrre anche 500 frutti all’anno.
I frutti dell’arancio sono agrumi tondi prevalentemente invernali, la stagione di raccolta si estende da novembre fino ad estate inoltrata per le varietà tardive. La scorza esterna, ruvida, è chiamata pericarpo che da verde, con la maturazione, diventa giallo-arancione fino al rosso (dipende dalla qualità). La parte interna invece è chiamata endocarpo ed è divisa in spicchi ricchi di succo, da mangiare così oppure da usare per una buona spremuta. Vi sono diversi tipi di arance, alcune a polpa bionda, altre a polpa rossa, alcune abbastanza grandi, altre più piccole e dalla buccia più sottile. In Italia se ne contano circa 20 varietà, alcune ottime per una spremuta mentre altre buone da gustare a spicchi. Non solo: con le bucce è possibile produrre olii essenziali e canditi, mentre con l’intero frutto si può preparare l’arancia essiccata.

arance proprietà

Le arance sono ricchissime di proprietà benefiche e, tra le tante cose, sono fonte di vitamine. Diamo allora un’occhiata più da vicino a questo squisito agrume, elencandone proprietà, benefici, calorie e valori nutrizionali, infine le controindicazioni.

Arance: proprietà, calorie e valori nutrizionali

Come abbiamo già anticipato, le arance sono ricche di vitamine, in particolare C, A, del gruppo B (soprattutto Tiamina e Riboflavina) e PP (Niacina). C’è inoltre un’alta percentuale di bioflanoidi, importanti, insieme alla vitamina C, per ricostruire il collagene del tessuto connettivo e rafforzare le pareti dei vasi sanguigni, migliorando quindi il flusso sanguigno. Le antocianine presenti in particolare nell’arancia rossa inoltre sono utili a combattere le infiammazioni, mentre i terpeni prevengono i tumori al colon e al retto. Tra i terpeni c’è anche il limonene, presente nella buccia, il quale aiuta a prevenire il tumore alla mammella. La scorza bianca interna contiene inoltre fibra alimentare che equilibra l’assorbimento di proteine, zuccheri e grassi e aiuta a prevenire l’arteriosclerosi e il diabete.
Tra le diverse varietà di arance, alcune hanno proprietà più specifiche. Scopriamole bene nel dettaglio.

Proprietà dell’arancia amara

Le foglie e la buccia dell’arancia amara vengono utilizzate nella medicina naturale. in quanto contengono sostanze che aiutano la circolazione e le attività gastriche. La sostanza con più proprietà benefiche è la sinefrina, un alcaloide che aiuta a bruciare i grassi e aumenta le calorie bruciate dal nostro organismo. Dalla buccia inoltre si estrae un olio essenziale ottimo come disinfettante e antinfiammatorio. La polpa invece è usata come un antirughe. L’arancia amara è dunque utilizzata nel campo dell’alimentazione ed è una delle componenti all’interno di integratori dietetici e alimentari. Ha inoltre il potere di riattivare la microcircolazione, quindi viene utilizzato come anticellulite.

Arancia Rossa: proprietà

Le arance pigmentate (tra cui le arance tarocco) sono un ottimo concentrato di vitamine (A, B1, B2, C) e ciò la rende utile contro l’anemia. Le vitamine presenti (più del 40% rispetto alle altre varietà) favoriscono infatti l’assorbimento del ferro e contrastano i danni provocati dalla nicotina. La vitamina A aiuta a migliorare la vita e combatte le infezioni, mentre le vitamine del gruppo B sono alleate nel buon funzionamento del metabolismo. L’arancia rossa ha inoltre un alto contenuto di licopene e antocianine, dall’azione antiossidante, mentre la vitamina C aiuta il sistema immunitario e l’organismo dopo un grande sforzo fisico. Grazie alla presenza della cianidina 3 è un potente metodo per dimagrire, mentre l’acido citrico abbassa l’acidità e aiuta a digerire meglio.

Arance: calorie e valori nutrizionali

Adesso invece scopriamo nel dettaglio i valori nutrizionali presenti in 100 grammi di arance:



Calorie: Kcal 34

• Vitamina B1 0,06 mg

• Vitamina B2 0,05 mg

• Vitamina B3 0,2 mg

• Vitamina A 71 µg

• Vitamina C 50 mg

• Sodio 3 mg

• Potassio 200 mg

• Ferro 0,2 mg

• Calcio 49 mg

• Fosforo 22 mg

• Acqua 87,2 g

• Carboidrati 7,8 g

• Zuccheri 7,8 g

• Proteine 0,7 g

• Grassi 0,2 g

• Colesterolo 0 g


I benefici delle arance: cosa sapere

Come abbiamo potuto apprendere, i diversi tipi di arance hanno poche calorie e moltissime proprietà utili al corretto funzionamento del nostro organismo. Grazie all’elevata presenza di vitamine, sali minerali e proprietà nutritive, l’arancia conferisce tanti benefici al nostro corpo.

Vediamone alcuni.

  • Le arance hanno un forte potere antiossidante, migliorando le funzioni cognitive e le funzionalità cerebrali. Combattono quindi i radicali liberi, molecole che danneggiano i tessuti in particolare dopo l’attività fisica. 


  • Con la vitamina C le arance aiutano l’organismo ad affrontare i mesi invernali, aumentando le difese immunitarie contro virus e batteri. Inoltre, la vitamina C aiuta ad assorbire il ferro a livello intestinale e aumenta la sintesi degli ormoni.


  • L’olio essenziale prodotto con la spremitura delle foglie e delle bucce è ricco di antiossidanti, tra cui l’esperidina, una molecola che ha effetti drenanti.


  • Prevengono inoltre i disturbi cardiovascolari, migliorano le funzioni intestinali e contrastano lo stress. 


  • Grazie alla presenza di bioflanoidi questo agrume rafforza denti, ossa e tendini. 


  • La vitamina A aiuta a prevenire infezioni e contribuisce alla salute delle ossa e degli occhi. 


  • Le arance sono perfette da inserire in un regime alimentare ipocalorico in quanto contiene pochissime calorie e, consumate a spicchi dopo i pasti, limitano l’assorbimento di carboidrati e grassi. 


  • Secondo alcune ricerche le arance rivestono un ruolo fondamentale nella lotta contro il cancro. Alcuni ricercatori italiani hanno infatti sperimentato il potere dei triterpenoidi presenti nella buccia di arancia che inibiscono la crescita delle cellule tumorali nella prostata. I triterpenoidi riescono infatti a bloccare un enzima, GSK-3, il quale contribuisce alla crescita delle cellule tumorali.


Il bianco dell’arancia fa bene?

Nello specifico, il bianco dell’arancio, chiamato albedo, contiene fibre alimentari solubili che aiutano a prevenire il diabete, l’arteriosclerosi e migliorano le funzionalità intestinali. Come infatti abbiamo anticipato precedentemente, le fibre alimentari presenti nell’albedo sono indispensabili per il corretto assorbimento di zuccheri, proteine e grassi. Dunque, sarebbe opportuno consumare il frutto a spicchi evitando di togliere la parte bianca se si vuole godere in pieno di questi benefici.

Spremuta d’arancia: calorie e benefici

Tuttavia, sebbene è consigliabile consumare il frutto a spicchi, una bella spremuta d’arancia contribuisce ad assumere tutte le altre proprietà nutritive che abbiamo elencato. Un bicchiere di spremuta d'arancia da 25 cl apporta circa 82 calorie, una ridotta dose di grassi (0.4 grammi) e anche una piccola quantità di proteine.(1.3 grammi). Una spremuta al giorno aiuta a contrastare le ulcere duodenali, favorisce una corretta digestione e aiuta a produrre più bile. I benefici riguardano anche l’apparato urinario in quanto il succo d’arancia previene l’insorgere di calcoli. L’acido urico inoltre aiuta a contrastare artrite, gotta e il diabete. Il succo d’arancia è ottimo in caso di problemi respiratori e allergie e, in particolare, la presenza di vitamina C aiuta a contrastare l’arteriosclerosi (migliora la circolazione), l’ipertensione, la perdita della vista e il cancro.

Arance: controindicazioni

Sebbene, come abbiamo visto, le proprietà delle arance sono tantissime, tuttavia il consumo dell’agrume è in alcuni casi sconsigliato. Innanzitutto in caso di allergie e intolleranze, mentre chi soffre di gastrite dovrebbe consumare il frutto a stomaco pieno e mai a digiuno. Le arance inoltre non vanno consumate in caso di cistite in quanto l’alto tasso di acidità potrebbe peggiorare la situazione. Infine, è sconsigliato il consumo di arance in caso di diarrea: le fibre alimentari che aiutano le funzioni intestinali soprattutto in caso di stitichezza, nel caso invece della diarrea potrebbero aumentare le funzioni intestinali e incrementare il disturbo.


Post precedenti Post più recenti